The online medical device exhibition

Come scegliere un sfigmomanometro

Lo sfigmomanometro, detto anche sfigmometro, sfigmoscopio, tensiometro o misuratore di pressione, è un dispositivo che serve a misurare la pressione arteriosa, sistolica e diastolica, in maniera non invasiva.

Sfigmomanometri: accedi ai prodotti

  • Quali sono i diversi tipi di sfigmomanometri?

    Sfigmomanometro elettrico della marca OMRON

    Esistono due principali tipi di sfigmomanometri: gli sfigmomanometri digitali, o elettronici, e gli sfigmomanometri manuali.

    • Sfigmomanometro digitale, o elettronico: misura automaticamente la pressione arteriosa e dispone di un monitor digitale per visualizzare i valori misurati. Viene utilizzato soprattutto per l’automisurazione ma anche, sempre più spesso, dal personale sanitario. Gli sfigmomanometri digitali, a loro volta, si suddividono in sfigmomanometri a bracciale e da polso.
      • A bracciale: facile da utilizzare, è composto da un bracciale e dallo sfigmomanometro propriamente detto. Gli esami realizzati con questi apparecchi possono implicare meno comfort per il paziente.
      • Da polso: la sua carcassa è fissata direttamente alla polsiera che il paziente indossa durante l’esame. Essendo poco ingombranti, rappresentano la soluzione ideale per i pazienti che, per ragioni di lavoro o personali, viaggiano spesso.
    • Sfigmomanometro manuale: è composto da uno stetoscopio e da un bracciale gonfiabile collegato ad un manometro. Utilizzato principalmente dal personale medico piuttosto che per l’autodiagnosi, permette di misurare la pressione arteriosa del paziente tramite auscultazione. Negli sfigmomanometri manuali, il manometro può essere collegato al bracciale oppure direttamente alla pompetta. Gli sfimomanometri manuali si suddividono a loro volta in sfigmomanometri con manometro e pompetta separati e sfigmomanometri palmari.
      • Sfigmomanometro manuale con manometro e pompetta separati: in questo modello il manometro è fissato direttamente sul bracciale. Questi sfigmomanometri sono i primi ad essere stati commercializzati e sono ancora largamente impiegati per via della loro grande precisione. Tuttavia, la presenza del manometro sul bracciale fa sì che siano più pesanti e il loro comfort di utilizzo inferiore, soprattutto qualora il paziente sia un bambino o una persona anziana. Pediatri e geriatri opteranno quindi per sfigmomanometri palmari, più leggeri.

        Sfigmomanometro con manometro e pompetta separati della marca Spengler

        Sfigmomanometro con manometro e pompetta separati della marca Spengler

      • Sfigmomanometro palmare: è l’apparecchio più comunemente usato per la misurazione della pressione arteriosa. Il manometro e la pompetta che permette di gonfiare e sgonfiare il bracciale sono attaccati l’uno all’altra. Gli sfigmomanometri palmari sono più pratici perché, qualora sia necessario cambiare il bracciale per adattarlo al paziente successivo, è sufficiente staccare il tubicino che collega il manometro al bracciale. Si tratta di un vantaggio molto importante soprattutto per i medici di base, che ogni giorno misurano la pressione a un gran numero di pazienti. L’unico loro inconveniente è che il medico, o infermiere, che realizza la misurazione deve sostenere il peso dell’insieme manometro/pompetta.
  • Sfigmomanometro manuale o elettronico? Quale scegliere?

    Sfigmomanometro da polso della marca Beurer

    Sfigmomanometro da polso della marca Beurer

    Entrambi i modelli presentano vantaggi e svantaggi.

    • Sfigmomanometri digitali, o elettronici: gli apparecchi elettronici semplificano la lettura dei dati e, essendo completamente automatici, rappresentano la soluzione ideale per l’automisurazione della pressione. Per usarli è sufficiente avvolgere il bracciale intorno al braccio del paziente e premere sul pulsante di accensione. L’apparecchio gonfia automaticamente il bracciale e indica il valore della pressione arteriosa sistolica e diastolica, nonché la pulsazione, su uno schermo digitale. Alcuni modelli propongono inoltre altre funzionalità, come il rilevamento di eventuali aritmie. La memoria di questi apparecchi permette anche di visualizzare i valori delle precedenti misurazioni: ciò li rende particolarmente adatti all’automisurazione a domicilio per quei pazienti il cui follow-up medico renda necessaria una misurazione regolare della pressione arteriosa.
      • Sfigmomanometri da polso: essendo più leggeri e facili da trasportare rispetto ai modelli da braccio, sono particolarmente adatti per i pazienti che, spostandosi frequentemente, ricorrono all’automisurazione. La misurazione, tuttavia, rischia di essere meno precisa.
      • Sfigmomanometri da braccio: particolarmente affidabili, sono una soluzione perfetta sia per l’automisurazione a domicilio che per la misurazione in sede ambulatoriale.
    • Sfigmomanometri manuali: sono utilizzati principalmente dal personale medico. Generalmente più precisi, richiedono però una maggiore padronanza della procedura di misurazione, che è interamente manuale.
      Sfigmomanometro palmare della marca Spengler

      Sfigmomanometro palmare della marca Spengler

      • Sfigmomanometri con pompetta e manometro separati: il loro principale vantaggio è che garantiscono una misurazione più precisa. Sono inoltre più ergonomici per il personale sanitario perché la pompetta, non essendo abbinata al manometro, è più leggera. Qualora il manomenotro sia fissato sul bracciale, tuttavia, il paziente dovrà sopportarne il peso durante l’intera durata dell’esame. Per questa stessa ragione sono meno indicati per lattanti e persone anziane.
      • Sfigmomanometri palmari: offrono un maggior comfort di utilizzo ai pazienti perché il loro bracciale è più leggero. Sono anche più semplici da applicare e il loro bracciale può essere cambiato molto più rapidamente rispetto a quello dei modelli in cui pompetta e manometro sono separati. In caso di usura, inoltre, il bracciale può essere sostituito facilmente.
  • Quali sono gli altri fattori da tenere in considerazione nella scelta di uno sfigmomanometro?

    Per acquistare uno sfigmomanometro adatto alle proprie esigenze è necessario prestare attenzione ad altri fattori oltre a quelli già menzionati, come il tipo di apparecchio o le caratteristiche del bracciale (circonferenza, elasticità, presenza di occhielli, ecc.)

    Se avete deciso di optare per un modello elettronico, inoltre, dovrete valutare quali sono le funzionalità aggiuntive di cui potreste avere bisogno. Tra le funzionalità e caratteristiche supplementari degli sfigmomanometri elettrici, ricordiamo:
    – la rilevazione di aritmie, di movimenti e/o di ipertensione
    – la memorizzazione dei valori precedentemente misurati;
    – un buon rapporto tra affidabilità e prezzo.

  • Quali sono le nuove funzionalità disponibili sugli sfigmomanometri elettronici?

    Gli sfigmomanometri elettronici connessi sono sempre più richiesti sul mercato e sono particolarmente adatti all’automisurazione. Semplici da utilizzare e poco ingombranti, offrono la possibilità di trasferire i risultati via WiFi o Bluetooth su uno smartphone, un tablet o un PC e permettono quindi di garantire un follow-up completo del paziente (regolarità delle misurazioni, comparazione dei risultati e monitoraggio dell’evoluzione della pressione sanguigna) e di condividere tali dati con il medico.

    Gli sfigmomanometri connessi incentivano la partecipazione attiva e assidua del paziente nell’ambito dell’automisurazione a domicilio.

Related guides
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...
No comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *