Come scegliere un letto ospedaliero

I letti ospedalieri, detti anche letti medicali o letti da degenza, sono destinati ad accogliere pazienti ricoverati in ospedale o persone che necessitano di cure speciali. Il loro obiettivo è non solo quello di fornire maggiore comfort e benessere ai pazienti rispetto al comfort che offrirebbe un letto normale, ma anche di facilitare il lavoro di infermieri e OSS. Questi letti, di conseguenza, presentano solitamente caratteristiche particolari, come altezza regolabile, telaio articolato, sponde laterali, nonché pulsanti di controllo del letto stesso e, eventualmente, di altri dispositivi, ad esempio di un televisore o dell’illuminazione.

Letti ospedalieri: accedi ai prodotti

  • Quali sono i criteri per la scelta di un letto ospedaliero?

    Letto bariatrico della marca Arjo

    Per scegliere un letto medico è opportuno tenere conto di due criteri fondamentali: il tipo di struttura o unità sanitaria in cui verrà utilizzato e il tipo di pazienti a cui è destinato.

    I letti medici trovano impiego in vari ambiti:

    Per finire, esistono letti con caratteristiche specifiche, destinati ad alcuni tipi di pazienti:

  • Quali sono le opzioni disponibili per i letti ospedalieri?

    Letto extra-basso della marca Wissner-Booserhoff

    I letti ospedalieri possono avere diverse caratteristiche e funzionalità in grado di aumentare il comfort dei pazienti e del personale sanitario, di facilitare il trasporto del paziente, aumentare la sicurezza, ecc.

    • Comfort del paziente: Le caratteristiche e funzionalità dei letti ospedalieri che incidono sul comfort dei pazienti e del personale infermieristico, nonché sulla facilità di trasporto e la sicurezza, sono numerose. Di seguito riportiamo le principali caratteristiche e funzionalità di cui sarà opportuno tenere conto in base al tipo di cure da prodigare e al tipo di paziente.
      • Numero di sezioni articolate del letto, o numero di snodi;
      • Posizioni possibili: Trendelenburg, anti-Trendelenburg (o Trendelenburg invertito), posizione seduta, ecc.
      • Presenza di un meccanismo di sollevamento delle gambe;
      • Altezza del letto: un letto molto basso, ad esempio, può incidere positivamente sull’autonomia del paziente.
    • Ergonomia per il personale ospedaliero: il comfort del personale ospedaliero è anch’esso di capitale importanza. L’ergonomia del letto può essere migliorata in diversi modi:

    Letto elettrico della marca Favero

    • Facilità di movimentazione del letto: i letti ospedalieri possono avere caratteristiche che incidono positivamente sulla facilità di trasporto del paziente allettato, ad esempio da un reparto all’altro:
      • Letto a rotelle;
      • Letto a pedali (accessibili da ogni lato del letto per bloccare e sbloccare le ruote);
      • Letto mobile motorizzato.
    • Sicurezza del paziente: per aumentare la sicurezza del paziente ed evitare il rischio di cadute, un letto medicale può essere dotato di:
      • Barriere amovibili;
      • Sistema di allarme acustico per segnalare al personale infermieristico che il paziente non è più a letto;
      • Letto extra-basso per limitare il rischio di ferite gravi in caso di caduta;
      • Modalità CPR, che permette, grazie a un semplice pulsante, di sistemare il letto in posizione orizzontale per la rianimazione.
    • Prezzo: il costo dipenderà naturalmente dal tipo di letto e dalle opzioni e dagli accessori di cui dispone. I letti manuali, ad esempio, sono meno costosi dei letti elettrici, e possono essere una soluzione adatta per i pazienti che possono rimanere a lungo nella stessa posizione. I letti semi-elettrici, per finire, rappresentano una soluzione intermedia.
  • Come scegliere un letto medico per cure domiciliari?

    Letto per cure domiciliari della marca MMO+

    I letti per cure domiciliari possono avere caratteristiche e funzionalità diverse da quelle dei letti destinati agli ospedali. Ad esempio, maggiore attenzione potrà essere accordata al comfort del paziente e all’estetica del letto. I principali criteri da tenere in considerazione nella scelta e nell’acquisto di un letto per l’assistenza domiciliare sono descritti qui sotto.

    • Facilità d’uso: alcune caratteristiche facilitano l’uso quotidiano del letto, come l’azionamento elettrico dell’articolazione del telaio, la facilità di inclinazione dello schienale, la rapidità di smontaggio, ecc.
    • Modularità: è possibile scegliere un modello con testata e dispositivo di pesatura rimovibili, sponde laterali a montaggio rapido, ecc.
    • Estetica: i produttori di questo tipo di letti offrono una grande varietà di design e finiture, ad esempio in legno, in maniera che il paziente possa scegliere un modello adatto allo stile della sua stanza.
    • Dimensioni: è possibile scegliere un letto singolo o matrimoniale. Le dimensioni del letto sono molto importanti e la lunghezza deve essere maggiore dell’altezza del paziente.
  • Che tipo di materasso scegliere per una letto ospedaliero?

    Materasso antidecubito della marca Arjo

    Ci sono diversi fattori da considerare nella scelta di un materasso per un letto ospedaliero, come la flessibilità, lo spessore, la lavabilità e le sue proprietà antidecubito.

    • Flessibilità: il materasso non dovrà essere troppo rigido, in maniera da adattarsi ai diversi movimenti della struttura articola del letto.
    • Spessore: il comfort del paziente dipenderà in gran parte dallo spessore del materasso. Se il paziente deve passare più di 12 ore al giorno a letto, è preferibile investire in un materasso più spesso, che sarà anche più confortevole.
    • Lavabilità: il materasso in questione dovrà essere facile da lavare. Per le persone che soffrono di incontinenza, è indispensabile optare per un materasso con fodera antimicrobica. Si consiglia inoltre di scegliere un materasso e un rivestimento impermeabili e resistenti alle macchie.
    • Antidecubito: alcuni materassi riducono il rischio di ulcere da pressione. Possono essere in schiuma viscoelastica o pneumatici. Questi ultimi sono chiamati anche materassi gonfiabili. I materassi viscoelastici distribuiscono il peso del paziente in modo uniforme e si adattano alle variazioni di peso e pressione delle diverse parti del corpo, evitando la formazione di piaghe da decubito. I materassi pneumatici, invece, sono costituiti da un certo numero di celle d’aria la cui pressione è regolata automaticamente da un compressore.
Guide correlate
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...
Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *