Come scegliere una lampada scialitica

Le lampade scialitiche, dette anche come lampade chirurgiche, sono apparecchi di illuminazione utilizzati principalmente in chirurgia. La loro particolarità è quella di diffondere una luce omogenea, senza ombre, sulla zona da operare.

Lampade scialitiche: vedi i prodotti

  • Quali sono i criteri per scegliere una lampada scialitica?

    Per scegliere una lampada scialitica dovremo valutare diversi fattori, come, ad esempio, l’uniformità dell’illuminazione, il diametro del campo di luce e il tipo di lampadine della lampada.

    Qui di seguito elenchiamo i principali criteri di scelta:

    • Uniformità di illuminazione: l’uniformità di illuminazione è un criterio fondamentale in quanto la visione umana funziona in maniera ottimale solo in un campo illuminato uniformemente. Se, ad esempio, la luce della lampada non fosse omogenea, verrebbero a crearsi alcune zone d’ombra e il chirurgo sarebbe costretto a regolare continuamente la posizione della lampada. Per questa ragione, la maggior parte delle lampade chirurgiche ha lenti spesse che garantiscono la distribuzione uniforme della luce e un’illuminazione corretta del campo operatorio, sia in fatto di area che di profondità.
    • Diametro del campo luminoso: il campo luminoso della lampada scialitica deve soddisfare diverse esigenze.
    • Intensità luminosa: varia da 8.000 a 36.000 lux e, nella maggior parte dei modelli, può essere regolata in maniera da rispondere alle esigenze di più discipline chirurgiche.
    • Tipo di lampadina: esistono lampade scialitiche alogene e lampade scialitiche a LED. I LED bianchi neutri forniscono un’eccellente identificazione delle tonalità rosse e gialle e permettono una migliore distinzione dei tessuti e degli organi. La maggior parte delle lampade scialitiche a LED, inoltre, non emette quantità significative di luce blu, dannosa per la retina in caso di esposizione prolungata (vedi sezione successiva). Notiamo anche che la luce gialla, tipica di certe lampade alogene, tende a distorcere la percezione dei colori e può portare, per esempio, a diagnosi errate.
    • Temperatura di colore: deve aggirarsi intorno ai 4.500 Kelvin.
    Lampada scialitica alogena Burton Medical

    Lampada scialitica alogena Burton Medical

  • Quale tipo di lampadina scegliere per una lampada scialitica?

    Oggi le lampade scialitiche con lampadine a LED sono le più comuni. I LED, tuttavia, pur presentando diversi vantaggi rispetto alle lampadine alogene, hanno anche alcuni svantaggi.

    Tra i vantaggi delle lampadine a LED, i principali sono la maggiore durata di vita, l’efficienza energetica e la bassissima emissione di calore.

    • Durata di vita: i LED hanno una durata di vita maggiore 10-12 volte maggiore rispetto alle lampadine alogene.
    • Efficienza energetica: il consumo energetico dei LED è significativamente inferiore rispetto a quello delle lampadine alogene.
    • Emissione di calore minima: il calore rilasciato dalla maggior parte dei LED è minimo, il che significa che non incidono significativamente sulla temperatura dell’ambiente, che garantiscono maggiore comfort al paziente e anche che, per esempio, non seccano i tessuti durante l’intervento chirurgico.

    Tra gli svantaggi dei LED, invece, i principali sono i seguenti:

    • Luce blu dannosa per la retina emessa da alcuni LED: un’esposizione eccessiva alla luce blu può causare danni alla retina e contribuire all’insorgere di varie patologie, come la degenerazione maculare (AMD). I LED a luce fredda (> 5 000.Kelvin), in particolare, sono fortemente sconsigliati, in quanto emettono prevalentemente luce blu, conosciuta anche come luce visibile ad alta energia (HEV). La loro presenza nelle apparecchiature utilizzate quotidianamente dal professionista sanitario, di conseguenza, dovrà essere minima. Ai LED a luce fredda preferiremo i LED bianchi neutri (circa 4.500 Kelvin), la cui componente di luce blu è decisamente inferiore.
    • Costo: le lampade chirurgiche a LED sono spesso più costose all’acquisto rispetto a quelle alogene. Questo svantaggio, tuttavia, è compensato dal fatto che le lampadine a LED durano più a lungo e consumano meno energia.
    Lampada scialitica a LED Dr. Mach

    Lampada scialitica a LED Dr. Mach

  • Qual è l’intensità luminosa raccomandata?

    L’intensità luminosa è generalmente considerata sufficiente a partire da 15.000 Lux, anche se un occhio giovane raggiunge il 98% della propria acuità visiva già a 12.000 Lux.

    I vantaggi offerti da un’intensità luminosa superiore sono dunque minimi.

    Alcune norme in vigore, tuttavia, raccomandano un’intensità luminosa minima di almeno 20.000 Lux. Va detto anche che un’intensità luminosa troppo elevata può rappresentare un pericolo per il personale sanitario. Faremo bene attenzione, quindi, alle lampade scialitiche troppo luminose.

    Ricordiamo anche che con l’avanzare dell’età l’occhio ha bisogno di una luce sempre più forte: a causa della progressiva opacizzazione della cornea, il bisogno di luce triplica tra i 20 e i 60 anni. Un professionista a fine carriera può quindi avere bisogno di 36.000 lux per raggiungere e mantenere una buona acuità visiva. Potenze superiori, invece, non offriranno vantaggi significativi.

  • Quali altre caratteristiche prendere in considerazione nella scelta di una lampada scialitica?

    Nella scelta di una lampada scialitica possiamo prendere in considerazione altre caratteristiche, come gli accessori di determinati modelli, il peso e/o la mobilità dell’attrezzatura in questione.

    Lampada scialitica doppia BiHealthcare

    Lampada scialitica doppia BiHealthcare

    Accessori disponibili

    • Videocamere integrate: le lampade chirurgiche con videocamera possono essere dotate di una o più videocamere in grado di catturare immagini dettagliate durante la procedura chirurgica. Le telecamere possono fare parte della lampada stessa o essere montate su un braccio separato. Alcuni modelli sono dotati di videocamere 4K integrate, nonché di microfoni stereo e di sistemi di elaborazione digitale delle immagini.
    • Doppio braccio: le luci chirurgiche con doppio braccio articolato permettono di combinare la luce di due lampade di dimensioni diverse.

    Peso e mobilità

    Le lampade scialitiche più compatte e leggere possono essere usate in contesti di ogni tipo, dalla sala operatoria allo studio ortodontistico. Nel caso delle lampade chirurgiche a soffitto e a parete, invece, dovremo tenere conto del peso degli elementi che andranno rispettivamente sospesi o fissati al muro. Le lampade chirurgiche mobili, per finire, essendo dotate di ruote, sono facili da spostare da una stanza all’altra o da un reparto ospedaliero all’altro.

Guide correlate
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...
Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *